fbpx

CONSERVATIVA

La moderna odontoiatria conservativa garantisce otturazioni estetiche sia nei settori anteriori che posteriori contraddistinte da ottimo mimetismo, alta biocompatibilità dei materiali e lunga durata.
Queste caratteristiche sono assicurate dall'utilizzo della diga di gomma, di sistemi ottici ingrandenti, di strumenti diagnostici all'avanguardia, di materiali di alta qualità, oltre che dal costante aggiornamento degli operatori.
faccette


ODONTOIATRIA CONSERVATIVA

L’odontoiatria conservativa si occupa dei restauri, eseguiti direttamente alla poltrona, su denti attaccati da lesioni cariose, che richiedono sostituzione di vecchie otturazioni, fratturati a causa di traumi o ai quali si vuole modificare in maniera minimamente invasiva forma o colore per esigenze estetiche. Le procedure tecniche prevedono l’utilizzo della diga di gomma, un semplice quanto indispensabile strumento che garantisce isolamento del campo operatorio, ottima adesione dei materiali resinosi utilizzati, massima precisione e visibilità. Le resine composite di ultima generazione - microibirde o nanoriempite - hanno ormai soppiantato l’utilizzo dell’amalgama di argento: questi materiali associano un’ottima estetica ad una durata notevolmente maggiore a quella dell’amalgama. La durata dei restauri conservativi è direttamente legata alla qualità del mantenimento degli stessi. È, dunque importante eseguire controlli periodici professionali e radiografie annuali, così come adottare buone abitudini di igiene orale domiciliare (filo e spazzolino), e di fluoroprofilassi orale, sia domiciliare, sia professionale.

RICORDA!
I materiali “bianchi” oggi utilizzati garantiscono estetica, resistenza e durata eccezionali
La diga di gomma è un presidio indispensabile: è come un sigillo di garanzia e qualità del lavoro svolto
Filo interdentale, spazzolino, fluoro e controlli periodici sono essenziali per far durare i lavori svolti nella tua bocca